Il Centro di Educazione Ambientale “Casa di Ramsar”: istituito nel 2003 dal Comune di Trinitapoli dopo aver ristrutturato una vecchia masseria in contrada “Castello” è ente accreditato al sistema In.F.E.A della Regione Puglia. Ubicato tra l’abitato cittadino e la Zona Umida è gestito dall’Airone Onlus. È stato intitolato alla cittadina iraniana di Ramsar, dove nel 1971 fu firmata l’omonima convenzione internazionale, in quanto intende configurarsi come un luogo dedicato principalmente alla conoscenza e alla valorizzazione delle Zone Umide di cui la Salina costituisce un esempio straordinario.

Il Centro è dotato di un’aula didattica per la formazione, di una sala espositiva nella quale osservare reperti naturalistici utili alla comprensione della biodiversità presente nel SIC Zone Umide di Capitanata, di una mostra con disegni di animali rappresentati dal maggior etologo-divulgatore italiano, Danilo Mainardi.

Dal Centro di Educazione Ambientale “Casa di Ramsar” partono due sentieri denominati Castello e Castello-Scarola i quali consentono di arrivare alle torrette di avvistamento denominate Salpi1, Salpi2, Paradiso per effettuare attività di birdwatching e osservare lungo il percorso gli habitat prioritari presenti: Lagune Costiere e Steppe Salate.

Il Centro propone e realizza percorsi di educazione ambientale, escursioni naturalistiche con l’ausilio di strumenti ottici, convegni, attività di ricerca scientifica sugli ecosistemi delle Zone Umide e di monitoraggio dell’avifauna, progetti per la rinaturalizzazione e la ricostruzione degli habitat.

Il Centro di Educazione Ambientale “Casa di Ramsar” dispone di un sito internet www.casadiramsar.it gestito da l’Airone Onlus insieme alle pagine facebook “Casa di Ramsar”.

Vai alla barra degli strumenti